I capelli si annodano in conseguenza agli sfregamenti meccanici che li coinvolgono nella vita quotidiana. Se il fusto è danneggiato e la cuticola è alterata noteremo una maggiore tendenza alla formazioni di nodi.

Il processo di scioglimento dei nodi inizia durante il lavaggio: dopo lo shampoo, dovremo applicare un balsamo o una maschera su lunghezze e punte e con l'aiuto delle mani e di un pettine a denti larghi, inizieremo a togliere il grosso dei nodi. Lasciamo poi agire il conditioner per il tempo indicato e risciacquiamo. Per i capelli ricci questa fase è fondamentale perché da asciutti non si possono spazzolare.

Quando abbiamo terminato il lavaggio tamponiamo (senza strofinare!) i capelli con una salvietta di cotone o microfibra, sono molto comodi anche i turbanti in cui possiamo avvolgere i capelli e lasciarli per qualche minuto ad assorbire l'eccesso di acqua mentre magari ci spalmiamo la crema sul corpo.

A questo punto andremo ad applicare un altro prodotto importantissimo: il districante senza risciacquo. Questo può essere cremoso, liquido o oleoso e serve a migliorare la scorrevolezza della spazzola ed evitare rotture del capello. I nostri preferiti sono quelli che hanno la consistenza di un latte o comunque cremosi, che associano al potere districante altre funzioni come la protezione dal calore, la riduzione dei tempi di asciugatura, il controllo del crespo, il mantenimento della piega, l'effetto glossy.

Il districante si spruzza direttamente sul capello, su lunghezze e punte, oppure possiamo metterne una piccola quantità sulle mani e poi distribuire sui capelli. Fate attenzione a non eccedere con la dose altrimenti potreste ottenere un effetto collaterale di appesantimento, dato che stiamo parlando di un prodotto leave in.

A questo punto per i capelli ricci possiamo dare un'altra passata di pettine a denti larghi o per chi preferisce (ma meno consigliato) di spazzola. Per i capelli lisci è il momento di spazzolare.

Indicazione valida per tutti i tipi di capelli che siano bagnati o asciutti: non si parte mai dalle radici a spazzolare perché in questo modo si vanno ad accumulare i nodi. La cosa da fare è iniziare pettinando delicatamente le punte e mano a mano risalire a pettinare dalle radici. Ovviamente la direzione del gesto sarà sempre dalle radici verso le punte! Quindi con un po' di pazienza e aggiungendo poco districante se necessario, riusciremo a sciogliere tutti i nodi e potremo procedere all'asciugatura desiderata.

Per i capelli ricci sarà il momento di applicare il prodotto di styling preferito e procedere all'asciugatura con diffusore, per i capelli lisci invece andremo ad effettuare la piega con una spazzola piatta o rotonda, in questo modo i capelli resteranno più ordinati e lucidi e non andremo a formare nuovi nodi durante l'asciugatura.

E' fondamentale utilizzare una spazzola di qualità! Le spazzole potrebbero sembrare tutte uguali ma quelle più valide hanno un design meglio studiato e delle setole costituite di materiali, durezza e orientamento particolari, specifici per i vari tipi di capelli e che risulteranno più efficaci e più delicate nell'azione districante. Inoltre noterete anche che la durata nel tempo di una spazzola professionale vi farà recuperare il costo di acquisto.

I capelli lisci si potranno pettinare anche una volta asciutti e nei giorni successivi, sempre con le dovute accortezze e magari con l'aiuto di qualche goccia di olio per capelli. Per i ricci invece sarebbe meglio non toccarli fino al successivo lavaggio per evitare danni e increspamenti.

Come abbiamo accennato all'inizio dell'articolo, se il fusto e la cheratina non sono in buone condizioni, i capelli tenderanno ad annodarsi di più, ne deduciamo quindi che a livello preventivo è sicuramente utile curare costantemente i nostri capelli con shampoo e maschere adatti.

Related products

Comments (0)

No comments at this moment
Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Product added to compare.

iqitcookielaw - module, put here your own cookie law text